Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Registro Imprese Diritto Annuale Ravvedimento operoso

Prenotazione appuntamenti online

Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Ravvedimento operoso

pubblicato il 22/10/2009 17:15, ultima modifica 15/09/2020 10:27

Ravvedimento operoso per omesso diritto annuale 2020

L’istituto del ravvedimento, disciplinato dall’art. 13 del D.Lgs. 472/97, consente al contribuente di sanare spontaneamente le violazioni commesse beneficiando della riduzione della misura minima della sanzione applicabile, purché le violazioni non siano già state constatate e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività di accertamento delle quali i soggetti interessati abbiano avuto formale conoscenza.

Il pagamento della sanzione ridotta deve essere eseguito contestualmente alla regolarizzazione del tributo dovuto, nonché al pagamento degli interessi moratori entro un anno dalla scadenza del pagamento. Per l'anno 2020 la scadenza ordinaria era il 30 GIUGNO 2020.

SANZIONE

  • 6%* del tributo dovuto, se la regolarizzazione interviene dal trentunesimo giorno e comunque entro un anno dalla data di scadenza del pagamento (RAVVEDIMENTO LUNGO)
  • 3,75%* del tributo dovuto, se la regolarizzazione interviene entro 30 giorni dalla data di scadenza ordinaria del pagamento (RAVVEDIMENTO BREVE)

 

Con nota n. 16949 del 6/02/2015 del Ministero dello Sviluppo Economico è stato chiarito che le modifiche apportate all'art. 13 del d. lgs. 472/1997 NON RISULTANO APPLICABILI AL DIRITTO ANNUALE.

 

INTERESSI

Gli interessi devono essere calcolati al tasso legale, pari a 0,05% con maturazione giorno per giorno dal 30 giugno 2020 al giorno del versamento

 

Il versamento deve essere effettuato con Modello F24 telematico compilando la Sezione IMU ed altri tributi locali

Codice Ente Codice Tributo Anno di riferimento Importo a debito

PR

3850

2020

indicare il tributo

PR

3851

2020

indicare gli interessi

PR

3852

2020

indicare la sanzione

 

* La misura della sanzione NON è stata modificata dal Decreto Legge 168/2008, poichè la circolare ministeriale n. 62417 del 30/12/08 ha espressamente escluso l'applicazione di tale decreto al diritto annuale.

Si ricorda che gli importi dovuti a titolo di interessi e sanzioni non possono essere compensati (Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 115/E del 23.05.2003).

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy
Dichiarazione di accessibilità

Codice Fiscale 80008090344
Partita IVA 00757550348
Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono +39 0521 21011  +39 333 7885681
Fax 0521 282168
MAIL: centralino.cciaaparma@pr.camcom.it
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it