Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Promozione Ambiente Registro A.E.E. Registro A.E.E. - dei Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Prenotazione appuntamenti online

Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Registro A.E.E. - dei Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

— archiviato sotto:
pubblicato il 21/01/2009 13:50, ultima modifica 17/01/2020 18:03

 

La gestione dei Raee (Rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) è stata disciplinata dal D.Lgs. n. 151/2005, al fine di controllare e  definire le quote di mercato in base alle quali gli oneri di gestione del sistema vengono ripartiti fra i produttori e prevede la istituzione, presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio, del REGISTRO NAZIONALE dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei Raee.

I soggetti di cui sopra ovvero i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche possono immettere sul mercato detti prodotti solo a seguito di iscrizione al Registro tenuto dalle Camere di Commercio di competenza.

Il Decreto Legislativo 14 marzo 2014 n. 49, emanato in attuazione della direttiva 2012/19/CE con il fine di proteggere l’ambiente e la salute umana, conferma il ruolo del Registro al fine di garantire la raccolta e la tenuta delle informazioni necessarie a verificare il rispetto delle prescrizioni legislative e il corretto trattamento dei RAEE e definisce produttore chi, qualunque sia la tecnica di vendita, è stabilito nel territorio nazionale (o in un altro Stato membro dell'Unione europea o in un paese terzo e vende sul mercato nazionale AEE mediante tecniche di comunicazione a distanza) e:

  • fabbrica e vende apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il suo marchio;
  • rivende con il proprio marchio apparecchiature prodotte da altri fornitori; il rivenditore non è considerato "produttore" se l'apparecchiatura reca il marchio del produttore;
  • importa o immette per primo, sul mercato nazionale, apparecchiature elettriche ed elettroniche nell'ambito di un' attività professionale e ne opera la commercializzazione,  anche mediante  vendita  a  distanza;
  • produce apparecchiature elettriche ed elettroniche destinate esclusivamente all'esportazione (quest’ultimo è considerato produttore solo ai fini dell’obbligo della progettazione dei prodotti e delle comunicazioni annuali e dell’iscrizione al registro dei produttori);

All'interno del Registro nazionale delle apparecchiature elettriche ed elettroniche è prevista una sezione relativa ai sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei rifiuti di tali apparecchiature (RAEE).

 

 

L’Allegato I al Decreto legislativo 49/2014 contiene un elenco di 10 categorie per le quali vige l’obbligo di iscrizione al Registro che raggruppa i seguenti prodotti: Grandi elettrodomestici, Piccoli elettrodomestici, Apparecchiature informatiche per le comunicazioni, Apparecchiature di consumo e pannelli fotovoltaici, Apparecchiature di illuminazione, elettrici ed elettronici, Strumenti elettrici ed elettronici (ad eccezione degli utensili industriali fissi di grandi dimensioni), Giocattoli e apparecchiature per il tempo libero e lo sport, Dispositivi medici, Strumenti di monitoraggio e di controllo  e  Distributori automatici.

L’allegato II al medesimo decreto contiene un elenco esemplificativo e non esaustivo di prodotti, raggruppati nelle 10 tipologie dell'Allegato I.

Le disposizioni previste dai predetti allegati si applicano a partire dal 12/04/2014 fino al 14 agosto 2018 e dal 15 agosto 2018 verranno applicate a tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche classificate all’allegato III ed elencate a titolo esemplificativo all’allegato IV.

 

MODALITA’  DI   ISCRIZIONE

Il D.M. 25/09/2007 n. 185 ha istituito il Registro delle Apparecchiature elettriche ed elettroniche e disciplinato le modalità di iscrizione e di funzionamento.

Le iscrizioni al Registro devono essere effettuate prima che il produttore inizi ad operare sul mercato italiano, presso la Camera di Commercio territorialmente competente esclusivamente per via telematica tramite il portale http://www.impresa.gov.it,  raggiungibile anche dal sito www.registroaee.it

L'omessa iscrizione prevede l'applicazione di una sanzione amministrativa da € 30.000 a € 100.000.

Per l’accesso al sistema telematico bisogna essere in possesso del dispositivo di firma digitale; il legale rappresentante può delegare al momento dell’accesso altri soggetti alla compilazione e all’invio della comunicazione, purchè titolari di  Telemaco Pay.

A tal fine è importante verificare la validità del dispositivo di firma digitale; per l’iscrizione è inoltre indispensabile essere previamente iscritti ad un sistema collettivo di gestione RAEE.

Per l'iscrizione al Registro, l'impresa dovrà versare:

  • imposta di bollo di € 16,00 e diritti di segreteria di € 30,00 tramite bonifico bancario - indicando come causale di versamento "Iscrizione al Registro  AEE", o mediante Telemaco Pay o con carta di credito;
  • tassa di concessione governativa per un importo di € 168,00, sul c.c.p. n. 8003 intestato all'Agenzia delle Entrate Ufficio di Roma 2 - Centro operativo Pescara "Tasse Concessioni Governative", Codice Causale 8617: "altri atti".

Successivamente scansionare gli attestati di avvenuto pagamento ed allegarli alla pratica.

Poi trasmettere la pratica e relativi allegati, dal portale www.impresa.gov.it alla Camera di Commercio; la procedura telematica restituirà automaticamente all’utente una ricevuta di avvenuta presentazione con codice pratica.

Il pagamento con Telemaco Pay dei diritti di segreteria e bollo va effettuato dopo la trasmissione della pratica indicando il codice pratica (desunto dalla ricevuta), questo verrà poi riportato sulla pratica precedentemente trasmessa;

Una volta effettuato il controllo a ciascun produttore verrà rilasciato un numero di iscrizione tramite il sistema informatico delle Camere di Commercio. Entro 30 giorni dal suo rilascio, questo numero deve essere indicato dal produttore in tutti i documenti commerciali.

I produttori sono successivamente tenuti a comunicare qualsiasi variazione dei dati comunicati all’atto dell’iscrizione, nonché la cessazione dell’attività determinante obbligo di iscrizione e, con cadenza annuale, le quantità e le categorie di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato, raccolte attraverso tutti i canali e avviate al recupero nell’anno precedente, avvalendosi , come disposto dall'art. 6 del Decreto 25/9/2007 n° 185, del M.U.D. (Modello unico di dichiarazione ambientale).

Dal sito www.registroaee.it è possibile scaricare il Manuale produttore per l'iscrizione al Registro Nazionale dei Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche, che fornisce informazioni per l'utilizzo del portale.


Normativa di riferimento

D.M. 14 aprile 2014 n. 49, "Attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)"

D.M. 8 marzo 2010 n. 65, "Regolamento recante modalità semplificate di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche
(RAEE) da parte dei distributori e degli installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), nonchè dei gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature"

D.M. 25 settembre 2007, n. 185 "Istituzione e modalità di funzionamento del registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)"

D.Lgs. 151 del 25 luglio 2005 "Attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti".

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy
Dichiarazione di accessibilità

Codice Fiscale 80008090344
Partita IVA 00757550348
Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono +39 0521 21011  +39 333 7885681
Fax 0521 282168
MAIL: centralino.cciaaparma@pr.camcom.it
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it