Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Informazione economica Economia

Prenotazione appuntamenti online

Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Economia

pubblicato il 24/04/2015 12:50, ultima modifica 24/04/2015 13:12

Parma in sintesi

93,2 imprese ogni 1000 abitanti: questo è uno dei dati più importanti del territorio. Su una popolazione di circa 445.000 abitanti le aziende sono oltre 41.000, una densità tra le maggiori in Europa. L’estensione e il dinamismo del sistema imprenditoriale contribuiscono in modo determinante alla ricchezza del territorio, Parma infatti è ai primi posti della classifica delle province italiane per valore aggiunto pro-capite.

Il mercato del lavoro presenta un tasso di occupazione del 68,5%, decisamente superiore a quello nazionale che è del 55,7% e un tasso di disoccupazione pari al 7,1% contro un 12,7% nazionale.

SUPERFICIE TERRITORIALE 3.449 Kmq di cui 43% montagna; 32% collina; 25% pianura
POPOLAZIONE 445.452 residenti nei 46 comuni della provincia; di cui 189.996 (43% del totale) nel comune di Parma
VALORE AGGIUNTO

13.541 milioni di Euro di cui:

agricoltura 2,4%, manifattura 28,5%, costruzioni 5,8%, altre attività 63,3%

VALORE AGGIUNTO PRO-CAPITE 30.942 Euro (7 posto in Italia)
TASSO DI OCCUPAZIONE 68,5%
TASSO DI DISOCCUPAZIONE 7,1%
IMPRESE ATTIVE

41.509 di cui: 15% in agricoltura, 31% in industria, 54% commercio e servizi

EXPORT 5.790 milioni di Euro (pari al 10,9% dell’export regionale)

Parma esprime le sue forti radici industriali e artigianali nel peso che la manifattura ha sulla formazione del valore aggiunto provinciale: oltre il 28%, una percentuale superiore di 10,4 punti alla media nazionale.

L’agroindustria

L’industria alimentare è la punta di diamante dell’economia parmense, con un fatturato pari a 7600 milioni di euro, prodotto da 1200 aziende e 14500 addetti. Una serie di attività agricole e industriali tra loro collegate hanno dato vita a un vero e proprio distretto di filiera dove la materia prima si trasforma in prodotto finito grazie all’eccellente know-how di alcune grandi industrie unito all’esperienza artigianale delle piccole e medie imprese.
Conosciuta come la Food Valley la provincia di Parma è indissolubilmente legata ai suoi prodotti: formaggi, salumi, conserve vegetali, vini, doni di una terra generosa e moderno perpetuarsi di una tradizione ricca e autentica: una storia millenaria ha consolidato procedimenti ben precisi, che le moderne tecnologie hanno saputo conservare senza stravolgimenti, vincendo la sfida di riuscire a non compromettere la qualità dei prodotti. Parma è infatti la prima provincia italiana per valore dei prodotti alimentari a denominazione tutelata, che si fregiano di marchi europei, a garanzia di provenienza e caratteristiche.
Lo sviluppo di prodotti alimentari di qualità ha favorito la nascita di una forte industria meccanica specializzata  nella progettazione e produzione di macchine e impianti completi per il food processing; il comparto si trova ai vertici del panorama regionale e nazionale per fatturato ed esportazioni: più di 600 imprese occupano quasi 9000 addetti e fatturano 2.200 milioni di euro, con un’incidenza del fatturato export superiore al 50%. Nel complesso il settore agroalimentare contribuisce per più del 52% al fatturato complessivo dell’industria e fa registrare ottime performance sul fronte delle esportazioni.

Industria alimentare e impiantistica alimentare:

  • Numero totale imprese agro-industriali 1.847
  • Numero totale addetti agro-industria 23.033

INDUSTRIA ALIMENTAREIMPIANTISTICA ALIMENTARE
Numero imprese 1.210 Numero imprese 637
- lavorazione di carne e prodotti a base di carne 482
- industria lattiero-casearia 268
- pasta, prodotti da forno, dolci 366
- altre industrie alimentari 94
Addetti 14.435 Addetti 8.598
Fatturato (in milioni di euro) 7.600 Fatturato (in milioni di euro) 2.200
Export (in milioni di euro) 1.399 Export (in milioni di euro) 1.249

Fonte: Unione Parmense Industriali

Non solo food

Parma non è solo agroalimentare. Significativi il settore meccanico e l’automotive,  il  settore chimico che è presente con imprese farmaceutiche, profumi e cosmesi e quello del vetro; un qualificato “sistema moda”, dalla pelletteria all’abbigliamento, produce e esporta manufatti di elevata qualità. Il settore costruzioni conta alcune importanti imprese specializzate nei grandi lavori in Italia e all’estero.
Considerati nell’insieme questi comparti partecipano per il 41% alla formazione del fatturato dell’industria. A completare il quadro dell’economia di Parma infine il settore turistico, che può far conto su un territorio estremamente diversificato e su un ricchissimo patrimonio culturale e naturalistico; rilevante è il turismo congressuale che si avvale di strutture e servizi adeguati ad una clientela job oriented.

L’industria manifatturiera è sostenuta da un settore terziario moderno e dinamico: servizi amministrativi e finanziari, informatici e di ICT, ricerca e comunicazione e un settore del credito capillare. Un sistema di enti, istituti  e strutture di promozione garantisce la diffusione e il costante aggiornamento di studi e tecnologie. Determinante è il ruolo svolto dalle istituzioni pubbliche locali grazie alle quali è nata un’estesa rete di infrastrutture di servizio alle imprese. Prestigiose realtà istituzionali e private lavorano per rendere il brand “Parma” unico al mondo in campo agroalimentare. Sono Alma, il più autorevole centro di formazione della cucina italiana a livello internazionale, la Stazione Sperimentale per le conserve alimentari, uno dei più qualificati istituti di ricerca applicata del settore. Il mercato dei prodotti tipici e delle commodities viene sostenuto anche dalla Borsa Merci Telematica italiana, strumento di scambi del futuro. Infine Fiere di Parma le cui manifestazioni di punta Cibus e Cibus Tec si sono affermate come punto di riferimento assoluto per gli operatori di tutto il mondo. La vocazione agroalimentare di Parma, nata nei fatti e consolidata dalla storia è da anni impegno corale di tutto il territorio, coronato nel 2003 dal riconoscimento della città quale seda dell’Efsa, l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare.

Export

Parma è una realtà export oriented con un tasso di propensione all’export del 43% e un fatturato all’estero di 5.790 milioni di euro nel 2014, che ha come principali aree di destinazione l’Europa (65,8%), l’Asia (15%) e l’America (12%). I settori alimentare e meccanica coprono il 65% dell’export totale.

vai ai grafici export>>

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy
Dichiarazione di accessibilità

Codice Fiscale 80008090344
Partita IVA 00757550348
Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono +39 0521 21011  +39 333 7885681
Fax 0521 282168
MAIL: centralino.cciaaparma@pr.camcom.it
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it