Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Protesti Cancellazione per protesto illegittimo/erroneo
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Cancellazione per protesto illegittimo/erroneo

pubblicato il 22/10/2009 14:50, ultima modifica 10/07/2013 15:10

Cancellazione protesto per erroneità/illegittimità della levata

Prima di presentare la domanda di cancellazione si prega di prendere contatti con l’Ufficio Protesti della Camera di commercio (tel. 0521/210236). 

Tale tipo di cancellazione è possibile per assegni e cambiali.

 

La cancellazione può essere chiesta:

  • dal soggetto protestato;
  • dall’Istituto di credito;
  • dall’Ufficiale levatore del protesto.

 

Per ottenere la cancellazione è necessario presentare domanda all'Ufficio Protesti della Camera di commercio utilizzando un modulo appositamente predisposto (da richiedere all’Ufficio Protesti).

 

Sul modulo è necessario:

  • applicare una marca da bollo da € 16,00;
  • compilare i campi previsti;
  • apporre la firma semplice del soggetto che presenta la domanda e dell’eventuale incaricato alla presentazione

 

Occorre allegare:

  • documentazione che prova l'erroneità o l'illegittimità della levata del protesto;
  • titolo in originale con atto di protesto (se in possesso);
  • versamento diritti di segreteria (8,00 € per ogni titolo di cui si chiede la cancellazione) effettuato in contanti direttamente all'Ufficio Protesti oppure sul c/c postale 198432, intestato alla Camera di commercio di Parma - Servizio Tesoreria - Via Verdi n. 2 – 43121 Parma (indicare nella causale del pagamento: Diritti di segreteria Ufficio Protesti cambiari);
  • fotocopia documento di identità in corso di validità del soggetto che sottoscrive la domanda;
  • fotocopia documento di identità in corso di validità dell’eventuale incaricato alla presentazione.

 

In caso di domanda presentata dal soggetto protestato, l’erroneità o illegittimità va sempre dimostrata con:

  • dichiarazione in originale del Pubblico Ufficiale o dell’Istituto di credito;
  • copia conforme di sentenza del Tribunale.


La domanda di cancellazione può essere presentata all’Ufficio Protesti personalmente dal soggetto che sottoscrive la domanda o da un incaricato alla presentazione munito di delega, oppure può essere inviata per posta al seguente recapito:

Camera di commercio di Parma
Ufficio Protesti cambiari 
Via Verdi n. 2
43121 Parma

 

Il Dirigente responsabile dell’Ufficio Protesti provvede sulla domanda di cancellazione entro il termine di venti giorni dalla data di presentazione. In caso di rigetto o di mancata decisione entro il termine previsto l'interessato può inoltrare ricorso al Giudice di Pace del luogo in cui risiede.


Si informa che la Camera di commercio  ha poteri di decisione limitati alle sole ipotesi di erroneità formale della levata del protesto; non entra quindi nel merito di problematiche che sono all’origine del protesto (es. truffe, controversie contrattuali), le quali andranno sollevate davanti al Tribunale (anche richiedendo allo stesso, in via preliminare, con l’assistenza di un legale, il provvedimento di sospensione della pubblicazione dei protesti)

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it