Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato News Decolla il servizio di conciliazione e mediazione: 54 nuovi mediatori dall'autunno
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Decolla il servizio di conciliazione e mediazione: 54 nuovi mediatori dall'autunno

pubblicato il 07/10/2011 12:07, ultima modifica 07/10/2011 12:32

Nei primi 7 mesi dell’anno sono il doppio (rispetto alla media dei 6 anni precedenti) i cittadini che si sono rivolti all'Ente per la risoluzione di controversie

Il sistema delle Camere di commercio ha promosso la creazione di istituti per la risoluzione alternativa delle controversie: sono l'arbitrato e la conciliazione/mediazione.

L'arbitrato da qualche anno fornisce alle controversie soluzioni puntuali ed elaborate su misura: in questo caso è un terzo imparziale (l’arbitro, appunto) che decide la controversia emettendo un provvedimento, il lodo, che può acquistare efficacia di una vera e propria sentenza di primo grado.

Un ulteriore passo avanti è stato compiuto con la recente introduzione della mediazione: obbligatoria per numerose materie civili e commerciali, è un tentativo che può sempre essere compiuto per risolvere le controversie tra privati, ma anche tra imprese, o tra privati ed imprese/Enti, in modo veloce (il procedimento si conclude entro 4 mesi), a costi molto contenuti e certi fin dall'inizio (poche centinaia di euro), in totale riservatezza

La Camera di Commercio di Parma, con il suo Servizio di Conciliazione/Mediazione, iscritto da giugno 2010 al Registro degli Organismi che ufficialmente possi propone come punto di riferimento istituzionale per la gestione dei procedimenti di mediazione, in virtù della competenza sul piano normativo ed istituzionale, prevista dalla legge di riordino 580/93; inoltre, da oltre quindici anni il sistema camerale è impegnato nella promozione e diffusione degli strumenti di giustizia alternativa: a Parma è del 1998 l’attivazione del Servizio di Conciliazione. All’inizio, la competenza era relativa a controversie tra imprese o tra imprese e consumatori/utenti; successivamente, la competenza delle Camere di Commercio è stata estesa ad altri ambiti di operatività.

Esiste poi un sistema a rete di cui l'Ente fa parte: grazie alla guida di Unioncamere, il rapporto con il Ministero della Giustizia è diretto e semplificato, e favorisce una corretta interpretazione normativa.

Il fine è quello di aiutare le parti in lite a trovare una soluzione soddisfacente per tutti, in base al principio della negoziazione collaborativa.

I Mediatori, che aiutano le parti a confrontarsi per ricercare interessi comuni, sono storicamente quattro per il servizio camerale: altri 54 li affiancheranno dall’autunno; con lo scopo finale di offrire a tutti (non solo alle imprese, ma anche ai cittadini, visto il recente ampliamento di competenze) un servizio di qualità davvero in grado di fare risparmiare tempo e denaro.

Alcuni dati elaborati dalla Segreteria del servizio: dal 20 marzo 2010 (data di partenza della mediazione) a fine luglio di quest'anno le procedure attivate sono state 86 ed hanno riguardato per la maggior parte problematiche che riguardano il godimento di diritti reali, la divisione e la locazione. Ma non solo: anche questioni inerenti a contratti assicurativi, bancari e finanziari, per buona misura. In due casi, anche la delicata materia del danno per responsabilità medica.

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it