Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Regolazione del Mercato Ufficio metrico Cronotachigrafi digitali
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Cronotachigrafi digitali

pubblicato il 05/11/2009 15:54, ultima modifica 05/11/2009 15:54

I "Centri tecnici" per poter operare con i cronotachigrafi digitali devono rivolgersi all'Ufficio metrico della Camera di commercio

Dal  1° maggio 2006 è diventato obbligatorio, per tutti gli autoveicoli di nuova immatricolazione, di massa massima autorizzata superiore alle 3,5 t  per il trasporto di merci o che superino i 9 posti per il trasporto di persone, il montaggio del cosiddetto tachigrafo digitale.

Il tachigrago digitale è un apparecchio che consente di registrare i tempi di guida e le velocità tenute dal veicolo, in maniera sicura e controllata, contribuendo ad incrementare la sicurezza stradale.

Il funzionamento del sistema prevede l’utilizzo di una unità che viene installata a bordo del mezzo di trasporto, per il rilevamento e la registrazione dei dati, e del complementare uso di smart cards destinate ai soggetti utenti del sistema. Tali smart cards, sono carte dotate di microchips, simili a normali carte di credito che vengono richieste dagli utilizzatori del sistema.

Esistono quattro tipologie di  carte che sono destinate ad altrettanti soggetti.

Il maggior numero di carte è quello destinato agli utilizzatori principali del sistema, “gli autisti”. Scopo della carta è quello di autenticare il guidatore nell’apparecchiatura di bordo e di tenere la registrazione dell’attività compiute, per un congruo numero di giorni, nella memoria della carta.

Altra tipologia di carta è quella destinata alle “imprese di trasporto”: Scopo della carta è quello di permettere il trasferimento dei dati relativi all’attività del personale viaggiante di tali imprese contenuto nelle unità di bordo, al fine di renderlo disponibile sia per i controlli delle aziende sia per quelli dell’autorità.

Esistono poi le carte destinate alle Autorità di controllo usate per verificare il rispetto delle norme sia relativamente ai tempi di guida che ai limiti di velocità.

L’ultima tipologia di carta è quella destinata alle officine. Le officine sono i soggetti autorizzati ad effettuare le attivazioni, i controlli e le tarature dei sistemi tachigrafici,  possibili esclusivamente utilizzando questo tipo di carta.

Nel contesto sommariamente tratteggiato, al sistema delle Camere di commercio sono stati assegnati importanti compiti, due dei quali è bene porre in risalto:

  • il primo compito attiene al fatto che le Camere di commercio sono Autorità per il rilascio delle carte tachigrafiche. Le istanze per l’ottenimento delle tipologie di carte su indicate devono quindi essere presentate presso gli Uffici camerali allo scopo preposti;
  • il secondo compito è legato al fatto che è stato demandato al Sistema camerale  il controllo preventivo nonché la vigilanza sulle officine che intendono operare con i tachigrafi digitali. Di tale specifico compito sono stati investiti gli Uffici metrici camerali.

Le officine che intendendono diventare “Centri tecnici” per poter operare con i tachigrafi digitali devono seguire questo iter di massima:

  1. acquisire le attrezzature necessarie allo svolgimento dell’attività;
  2. destinare opportuni ed individuati spazi all’interno dell’azienda per tale scopo;
  3. formare almeno due tecnici con corsi tenuti da soggetti riconosciuti;
  4. certificare l’attività di prova e taratura con SGQ ISO 9001;
  5. presentare l’istanza al Ministero dello Sviluppo economico tramite l’Ufficio metrico della Camera di commercio;
  6. l’Ufficio metrico effettuerà dapprima un controllo documentale che, se positivo, sarà seguito da una ispezione presso il Centro tecnico per la verifica del possesso dei requisiti;
  7. delle risultanze del sopralluogo si darà evidenza con una relazione scritta che, unita all’istanza proposta dalla ditta, sarà trasmessa al Ministero dello Sviluppo economico. Il Ministero, sulla scorta della documentazione ricevuta, valuterà la possibilità di emettere l’autorizzazione ministeriale.

L'autorizzazione ministeriale (se concessa) è soggetta a rinnovo annuale e ad una visita ispettiva di controllo per verificare il mantenimento nel tempo dei requisiti richiesti.

Per maggiori dettagli rivolgersi all’Ufficio metrico.

Ulteriori approfondimenti documentali possono essere effettuati al seguente sito : http://www.unioncamere.net/Web_tachigrafo.

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it