Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Registro Imprese Pec: comunicazione al Registro Imprese Pec. Comunicazione al Registro Imprese
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Pec. Comunicazione al Registro Imprese

pubblicato il 18/02/2009 10:40, ultima modifica 31/05/2015 14:36

Le società e le imprese individuali sono tenute a comunicare il proprio indirizzo Pec al Registro Imprese. La comunicazione è esente da bolli e diritti. La mancata comunicazione comporta la sospensione di qualsiasi istanza di iscrizione e in caso di mancata regolarizzazione, il rifiuto della stessa

pecImprese individuali

L'obbligo di comunicare l'indirizzo Pec discende dall’art. 5, della L. 17 dicembre 2012, n. 221, di conversione del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179.

Tutte le imprese individuali neo costituite devono, all'atto dell'iscrizione, indicare un indirizzo Pec.

La comunicazione dell'indirizzo Pec è necessaria comunque per tutte le imprese.

L'ufficio del Registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione sia da parte di una nuova impresa individuale sia da parte di un'impresa già esistente, in assenza di un indirizzo di posta elettronica certificata sospenderà la domanda fino all'integrazione con l'indirizzo di PEC e comunque per quarantacinque giorni; trascorso tale periodo senza che avvenga l'integrazione con l'indirizzo Pec, la domanda si intenderà non presentata.

Si ricorda che la comunicazione dell'indirizzo Pec è esente dall'imposta di bollo e da diritti di segreteria.

Società

Per quanto riguarda le società ricordiamo che la Legge n. 2/2009, di conversione del D.L. n. 185/2008, all’art. 16 prevede che le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese.

L'art. 37 della legge 4 aprile 2012, n. 35 di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo ha introdotto il comma 6 bis dell'art. 16 D.L. 29 novembre 2008, n. 185: «L'ufficio del registro delle imprese che riceve una domanda di iscrizione da parte di un'impresa costituita in forma societaria che non ha iscritto il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, in luogo dell'irrogazione della sanzione prevista dall'articolo 2630 del codice civile, sospende la domanda per tre mesi, in attesa che essa sia integrata con l'indirizzo di posta elettronica certificata».

L'ufficio, pertanto, provvederà a sospendere le istanze presentate da società che non hanno ancora provveduto a comunicare l'indirizzo di posta elettronica certificata al Registro Imprese, chiedendo la regolarizzazione. In assenza di regolarizzazione disporrà il rifiuto della istanza (vedi parere del Consiglio di Stato n. 1714/2013)

Rimangono esclusi da tale procedura i bilanci di esercizio e gli altri atti soggetti a deposito.

L’iscrizione di tale dato e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall’imposta di bollo e dai diritti di segreteria.

-----------------------------

Per l'iscrizione al Registro Imprese della PEC vedi la sezione del sito registroimprese.it. Dalla sezione "Pratica semplice" è possibile accedere alla procedura semplificata di comunicazione riservata agli imprenditori individuali e ai legali rappresentanti delle società muniti di dispositivo di firma digitale.

Le caselle Pec sono rilasciate da soggetti accreditati da Agid (Ageniza per l'Italia Digitale): l'elenco è reperibile sul sito www.agid.gov.it alla sezione Servizi - elenco gestori accreditati.

Per ulteriori approfondimenti sulle caratteristiche e le funzioni della Pec vai alla sezione Posta Elettronica Certificata

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it