Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale News ed Eventi Congiuntura economica parmense del 3° trimestre 2017
Azioni sul documento

Congiuntura economica parmense del 3° trimestre 2017

pubblicato il 02/03/2018 16:28, ultima modifica 02/03/2018 16:28

Cresce l'Industria, con produzione e fatturato trainati dalle industrie meccaniche, elettriche e mezzi di trasporto. Costruzioni in aumento, più del doppio della media regionale. In calo Artigianato manifatturiero e Commercio al dettaglio. Indagine sulle piccole e medie imprese

Industria

Il terzo trimestre del 2017 presenta nel complesso valori positivi. I tassi tendenziali, cioè i valori del terzo trimestre paragonati a quelli dello stesso periodo dell’anno precedente, sono leggermente migliori di quelli del 2016 ed in lieve flessione rispetto a quelli del trimestre precedente. Quelli della regione sono leggermente più alti di quelli provinciali. L’indagine è svolta sulle imprese manifatturiere con meno di 500 dipendenti. Artigianato e Costruzioni sono esaminati a parte. Si è proceduto ad analizzare, per il fatturato industriale, il tasso percentuale di variazione tendenziale 2010-2017 misurato sullo stesso trimestre dell'anno precedente; il tasso percentuale di variazione congiunturale trimestrale (misurato sul trimestre precedente); il tasso percentuale di variazione congiunturale annuale, misurato sull'anno precedente.

 

Fatturato

Nel terzo trimestre dell'anno l'aumento tendenziale del fatturato registra un +3,2 per cento (+3,5 nel trimestre precedente). L’Emilia Romagna, complessivamente, ha aumentato il fatturato del +3,5 per cento (era il +3,6 nel trimestre precedente). L’incremento di fatturato più evidente si ha nelle industrie meccaniche, elettriche e mezzi di trasporto (+7,3), nelle “altre industrie manifatturiere” (+3,7), nelle industrie alimentari e delle bevande (+3,1) e nelle industrie di lavorazione dei minerali non metalliferi e ceramiche (+3,0 per cento). In flessione il tessile ed abbigliamento (-4,5 per cento) e la metallurgia e prodotti in metallo (-3,2 per cento). Rispetto alle dimensioni d’impresa, è positivo il dato delle medie (+4,6 per cento) e piccole (+ 3,6 per cento), mentre le minori (da 1 a 9 dipendenti) subiscono un calo del -1,2 per cento.


Fatturato estero

Aumentano sensibilmente le esportazioni (+4,0 per cento), che già erano positive nel secondo trimestre (+3,6). Per l’Emilia Romagna si ha una crescita del +4,1 per cento. I dati migliori si presentano nelle industrie meccaniche, elettriche e mezzi di trasporto e nelle altre industrie manifatturiere (entrambe con un +5,7 per cento), nelle industrie alimentari e delle bevande (+5,3 per cento), nelle industrie del legno e mobili (+1,1 per cento). Negativi i dati dell’industria tessile e dell’abbigliamento (-3,6 per cento) e nella metallurgia e prodotti di metallo (-2,8 per cento). Più accentuato il fatturato estero delle medie imprese, da 50 a 499 dipendenti (+5,4 per cento).e delle piccole, da 10 a 49 dipendenti (+2,3 per cento). Negativo il trend delle imprese minori.


Produzione

La produzione dell’industria in senso stretto ha registrato un aumento tendenziale del +3,6 per cento, meglio del dato regionale (+3,1 per cento). I settori che hanno aumentato più significativamente la produzione sono quelli delle industrie meccaniche, elettriche e mezzi di trasporto, con un +6,2 per cento, e dei prodotti alimentari e bevande, con +6,0 per cento. L’andamento tendenziale, per dimensione, mette in luce una crescita della produzione nella media e piccola impresa, ed una flessione nelle imprese minori.

 

 

Artigianato manifatturiero

Il terzo trimestre del 2017, dopo il dato lievemente positivo del trimestre scorso, si è chiuso ancora col segno meno. Gli indicatori tendenziali sono negativi, in particolare per quello che riguarda il fatturato e gli ordinativi esteri. Nel terzo trimestre 2017 le vendite sono diminuite del -1,3 per cento rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. In Emilia-Romagna sono aumentate del +1,7 per cento. Le esportazioni calano: -2,5 per cento, e in Regione  -1,8 per cento. La produzione è diminuita del -0,6 per cento, mentre a livello regionale è cresciuta del +1,8 per cento. La situazione degli ordini totali è calata (-0,8 per cento), e gli ordini dall’estero del -2,3 per cento. In Emilia-Romagna gli ordini sono aumentati del +0,9 per cento (calati del -1,4 gli ordini dall’estero).

 

Costruzioni

Nel terzo trimestre del 2017 l’andamento tendenziale del volume d'affari torna a crescere, dopo un lungo periodo di difficoltà, con valori interessanti, ovvero con un aumento del volume d’affari del +4,0 per cento. In Emilia-Romagna la crescita è del +1,8%. Negli anni dal 2013 al 2017, dopo un lungo periodo di profonda crisi, l'andamento è divenuto altalenante, a denti di sega, attorno allo zero, ma in questo trimestre lo sviluppo è stato particolarmente positivo.

 

Commercio al dettaglio

Nel terzo trimestre del 2017 le vendite al dettaglio sono calate del -0,7 per cento rispetto all’analogo periodo del 2016 (era -0,1 il trimestre precedente), con una particolare criticità emersa nei prodotti di abbigliamento ed accessori (-4,2 per cento) e nei prodotti non alimentari (-1,2 per cento). Leggermente positivi i valori dei prodotti per la casa ed elettrodomestici ed il commercio al dettaglio di prodotti alimentari.  In Emilia-Romagna, le vendite al dettaglio sono calate del -0,4 per cento.

 

CONGIUNTURA ECONOMICA DEL 3 TRIMESTRE 2017 - RAPPORTO DETTAGLIATO

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it