Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale News ed Eventi Storico News ed Eventi home 2010-2013 L'export traina Parma fuori dalla crisi
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

L'export traina Parma fuori dalla crisi

— archiviato sotto:
pubblicato il 11/02/2011 14:51, ultima modifica 24/04/2012 08:09

Il primo Rapporto camerale, riferito a nove mesi, conferma una moderata ripresa, soprattutto grazie all'export; permangono criticità e segnali contrastanti

Si è concluso alla Camera di commercio il seminario di presentazione del Rapporto sull'economia di Parma nel 2010, un'analisi congiunturale realizzata attraverso i dati sul sistema imprenditoriale provinciale e sull'andamento dei principali indicatori economici relativi a industria manifatturiera, artigianato, commercio ed export. 

Sono stati illustrati per la prima volta i dati della congiuntura dei principali settori dell'industria e del commercio al dettaglio che, grazie ad un allargamento del campione delle imprese intervistate, forniranno a partire dal 2010 una fotografia ancora più precisa della nostra economia nel contesto della lunga crisi internazionale.

Dopo la presentazione di Andrea Zanlari,  Giordana Olivieri, dell'Ufficio studi camerale, ha analizzato la situazione per i vari comparti.

E' emerso come in uno scenario globale ancora abbastanza contrastato, con una ripresa economica che continua, ma a diverse velocità  (nel quadro di un Pil mondiale cresciuto del 5 per cento, il nostro Paese è tra quelli che meno agganceranno la ripresa, con una previsione di tassi addirittura inferiori a quelli, già poco “esaltanti”, dell’Euro-zona), Parma sembra andare ad una marcia in più rispetto all'Italia e un pò più veloce della Regione

E' vero che nell'industria il livello dell’attività produttiva è ancora lontano da quello pre-crisi e che se Parma recupera di meno è perché aveva perso di meno, cioè parte da livelli meno negativi rispetto ad altre realtà.

Ci sono variabili dimensionali e  di settore nei segnali nostrani di ripresa: le imprese che crescono di più sono quelle da 10 a 49 dipendenti; più moderata è la crescita delle medio-grandi; mentre le microimprese sono in calo. Tra i settori,  l’artigianato di produzione registra ancora risultati negativi, anche se inferiori al 2009 e progressivamente meno accentuati nel corso dei nove mesi 2010. Anche per il commercio al dettaglio è decisiva la dimensione della struttura: le vendite migliorano con il crescere della dimensione aziendale, le piccole impres e continuano a perdere terreno con un trend preoccupante.

Le maggiori soddisfazioni vengono dall'export nel suo complesso, dove è stata riguadagnata in toto e anzi superata la fetta perduta a causa della crisi. 

Guido Caselli, del Centro Studi Unioncamere Emilia-Romagna, ha concluso la mattinata con riflessioni e analisi sulle prospettive economiche generali.

 

Il Rapporto economico

Le slides di Giordana Olivieri

Le slides di Guido Caselli   (filmato)

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it