Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale News ed Eventi Apprendistato di primo livello, esperienze e futuro tra teoria e pratica. Presto documentazione online
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Apprendistato di primo livello, esperienze e futuro tra teoria e pratica. Presto documentazione online

pubblicato il 09/01/2019 12:25, ultima modifica 18/01/2019 11:12

Presto online i materiali presentati. Dalla sperimentazione realizzata dall’Istituto IISS Carlo Emilio Gadda di Fornovo Taro, unico in regione insieme all’Istituto Alberghetti di Imola ad aver applicato questo innovativo strumento. La giornata, progettata e articolata con interventi di alcune aziende del territorio, si è rivolta a docenti e dirigenti scolastici, responsabili del personale e consulenti del lavoro aziendali

 

Mercoledì 16 gennaio, dalle 9 alle 16, in collaborazione con Camera di commercio di Parma e Unione Industriali di Parma, si è tenuta presso la sede di Upi a Palazzo Soragna una giornata di approfondimento e di riflessione sul tema del contratto di apprendistato di primo livello. L’incontro prendeva spunto dall’interessante e pionieristica sperimentazione realizzata dall’Istituto Gadda di Fornovounico in regione insieme all’Istituto Alberghetti di Imola ad aver applicato questo innovativo strumento.

La giornata si è articolata insieme ad alcune aziende del territorio e si  è rivolta a docenti e dirigenti scolastici, responsabili del personale e consulenti del lavoro aziendali. Il programma prevedeva una mattinata di approfondimento sugli aspetti più tecnici del contratto di apprendistato e nel pomeriggio una tavola rotonda istituzionale, in cui ci si è interrogati sul futuro dell’apprendistato di primo livello in Italia, e in generale del rapporto fra Scuola e Impresa, avvalendosi dell’intervento di esponenti del MIUR, dell’INAPP (L’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche - ente pubblico di ricerca, che svolge analisi, monitoraggio e valutazione delle politiche del lavoro e dei servizi per il lavoro, delle politiche dell’istruzione e della formazione, delle politiche sociali e di tutte quelle politiche pubbliche che hanno effetti sul mercato del lavoro), dei sindacati e delle aziende.

 

Per informazioni Unione Parmense Industriali, tel. 0521/2266

 

PROGRAMMA della giornata

- Mattino: dopo i saluti istituzionali, due parti introduttive: la prima, relativa al contesto scolastico, sulle prospettive del sistema duale (scuola-lavoro) in Emilia-Romagna, con spazio alla testimonianza dell’Istituto Gadda; la seconda parte sul contesto giuslavoristico e le regole che governano l’integrazione tra scuola e lavoro, fruendo della testimonianza delle aziende del territorio che hanno attivato percorsi di apprendistato di primo livello. Successivamente due sessioni parallele sugli aspetti più operativi: una rivolta a tutor scolastici, docenti e dirigenti scolastici e l’altra a tutor aziendali, responsabili del personale e consulenti del lavoro. In particolare sono stati condivisi strumenti consolidati per l’attuazione dell’apprendistato: modelli di piano formativo e di cronoprogrammi, esempi di organizzazione periodi scuola-azienda, linee guida per la coprogettazione, valutazione, elementi della contrattualistica (ferie, permessi, straordinari, infortuni, malattie, retribuzione, inquadramento, durata), aspetti assicurativi, sicurezza sul lavoro in presenza di minori.

- Pomeriggio: tavola rotonda istituzionale sul futuro dell’apprendistato di primo livello in Italia, con l’intervento di esponenti del MIUR, dell’INAPP, dei sindacati e delle imprese.

 

IL CONTRATTO DI APPRENDISTATO DI PRIMO LIVELLO consente agli studenti di conseguire la qualifica o il diploma di scuola secondaria superiore lavorando, ovvero alternando periodi di 6/7 settimane di studio in classe, con 4/5 settimane di attività in azienda per applicare in concreto quanto appreso sui banchi. A giugno 2017 un primo gruppo di studenti ha conseguito l’esame di maturità e la maggioranza di questi è stata confermata in azienda. Dopo questa prima positiva sperimentazione e il via libera della Regione Emilia-Romagna, tutti gli istituti superiori in regione possono adottare questo strumento, che si rivolge in modo prioritario alle scuole tecniche e professionali, anche con l’intento di scongiurare l’abbandono degli studi da parte dei ragazzi meno motivati. L’incontro del 16 gennaio si rivolge a docenti e dirigenti scolastici, responsabili del personale e consulenti del lavoro aziendali, al fine di approfondire gli aspetti operativi e le problematiche legate a questo contratto, beneficiando dell’esperienza di chi per primo lo ha utilizzato e di chi in ambito accademico lo ha studiato a fondo per farne un modello ampiamente adottabile.

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it