Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale Informazione economica News Ecco i dati su nascite e cessazioni delle imprese in Italia
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 
Azioni sul documento

Ecco i dati su nascite e cessazioni delle imprese in Italia

pubblicato il 20/07/2010 21:00, ultima modifica 20/07/2010 21:00

Diffusi i dati del secondo trimestre 2010. In Italia si consolida la ripresa delle iscrizioni, continua il calo delle cessazioni. In recupero anche gli artigiani (+0,4%)

Segnali di fiducia più robusti dal sistema imprenditoriale italiano che ha ripreso a guardare in avanti e a scommettere sul mercato. Si può leggere in questa chiave il dato positivo che emerge dalla rilevazione sulla nati-mortalità delle imprese italiane nel secondo trimestre dell’anno fotografati attraverso Movimprese, la rilevazione trimestrale condotta per Unioncamere da InfoCamere – la società consortile di informatica delle Camere di Commercio italiane - e disponibile all’indirizzo www.infocamere.it

Tra aprile e giugno, infatti, il bilancio anagrafico delle imprese italiane è stato positivo per 47.221 unità (lo 0,78% in più).

Si tratta del miglior risultato nel II trimestre degli ultimi otto anni, dopo quello del 2004 (che risultò maggiore di 2.013 unità).

Il saldo del trimestre è frutto di un significativo aumento delle nuove iscrizioni, pari a 107.306 unità (9.465 in più rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente) e di una più significativa diminuzione delle cessazioni, scese a 60.085 unità (9.750 in meno di quelle del II trimestre 2009).

Il gioco dei due flussi riporta così il tasso di crescita del periodo (+0,78%) ad avvicinarsi ai valori del 2004 e del 2005, superando la serie poco brillante degli ultimi quattro anni.

In particolare, è da notare come mentre il flusso delle nuove iscrizioni appare consolidarsi su livelli ‘normali’, quello delle cessazioni stia perdendo il carattere ‘emorragico’ degli ultimi due anni, per ritornare ad un ritmo più fisiologico dei ricambi e delle sostituzioni.

Continua infine ad allargarsi - seppure restando in termini numerici molto contenuti - l’area delle imprese a rischio chiusura come conseguenza dell’apertura di procedure fallimentari. Nel secondo trimestre del 2010 sono state 3.505 le aziende che hanno portato i libri in tribunale, a fronte delle 2.897 che avevano fatto lo stesso nel corrispondente periodo del 2009, facendo passare l’indicatore di riferimento dallo 0,48 allo 0,57 ogni mille imprese registrate.

 

Leggi l'intero comunicato stampa diffuso da Unioncamere.

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it