Camera di Commercio di Parma
Tu sei qui: Portale comunicazione Newsletter settimanale Camer@parma.it - Speciale Informazione Economica
Accedi


Hai dimenticato la tua password?
 

Camer@parma.it - Speciale Informazione Economica


17/11/2017

Congiuntura dell'industria, commercio e artigianato parmensi nel 2° trimestre 2017: Segnali positivi da produzione e fatturato industriale. Bene le esportazioni ma in rallentamento rispetto al trend dei mesi precedenti. Timida ripresa dell'artigianato, soprattutto nel mercato interno

L’industria in senso stretto ha chiuso il secondo trimestre dell’anno confermando la ripresa già registrata nei mesi precedenti. I tassi tendenziali dei principali indicatori economici sono infatti tutti positivi e migliori di quelli del primo trimestre.

Artigianato manifatturiero: positivi fatturato, produzione e ordini, a invertire la consolidata tendenza negativa. Nel secondo trimestre le vendite sono infatti aumentate tendenzialmente dello 0,5 per cento, mentre le esportazioni hanno registrato una diminuzione dell’1,0 per cento, diversamente da quanto accaduto in regione dove sono pressoché stabili (+0,1 per cento). La produzione è cresciuta dell’1,3 per cento, valore inferiore a quello regionale (1,8 per cento). Gli ordini sono cresciuti dell’1,7 per cento, distinguendosi nettamente dal valore negativo del -2,4 per cento rilevato nel trimestre precedente. In Emilia-Romagna l’dell’1,9 per cento.

Commercio al dettaglio: ancora negativo il valore tendenziale delle vendite al dettaglio (-0,2 per cento), anche se migliore rispetto al primo trimestre (-0,8 per cento). Da aprile a giugno 2017 le vendite a prezzi correnti hanno evidenziato, rispetto all’analogo periodo del 2016, una flessione del 3,0 per cento nell’abbigliamento ed accessori, e -1,3 per cento nei prodotti non alimentari oltre a quelli per la casa ed elettrodomestici. Positivo il dato degli ipermercati, supermercati e grandi magazzini, con una variazione tendenziale delle vendite del +3,6 per cento.

Leggi tutto

 

Sistema imprenditoriale parmense: natalità e mortalità delle imprese nel terzo terzo trimestre 2017

Alla fine del terzo trimestre 2017 le imprese registrate presso la Camera di Commercio di Parma erano 46.161, di cui attive 41.033.  Rispetto al secondo trimestre la consistenza delle aziende iscritte al Registro Imprese è aumentata di 123 unità, mentre le imprese attive sono aumentate di 70 unità. Nel terzo trimestre 2017 sono nate nella provincia di Parma 493 imprese a fronte di 372 imprese cessate. La differenza fra iscrizioni e cessazioni ha fornito un saldo positivo di 121 unità determinando un tasso di crescita imprenditoriale del +0,3 per cento.

Confronto col dato regionale e nazionale: il tasso di crescita della provincia, ovvero il saldo fra iscrizioni e cessazioni del terzo trimestre 2017 in rapporto con lo stock delle imprese del trimestre precedente è del +0,3 per cento. Quello regionale è del +0,1 per cento ed a livello nazionale del +0,2 per cento.

Le imprese giovanili, femminili e straniere a Parma: si registra, come nei trimestri precedenti, una certa dinamicità nelle iscrizioni e cessazioni sia delle imprese giovanili, che femminili e straniere. Dall’esame del tipo di aziende, rispetto alle 41.033 imprese attive, quelle giovanili (sotto ai 35 anni) sono 2.991, cioè circa il 7,3 per cento del totale, con un incremento, rispetto al trimestre precedente, del 2,5 per cento. Le imprese femminili sono 8.429, pari al 20,5 per cento delle imprese attive totali e sono aumentate dello 0,4 per cento. Le imprese straniere ammontano a 5.743 per cui rappresentano il 14,0 per cento del totale, e sono incrementate, nel terzo trimestre 2017, dell'1 per cento.

Procedure concorsuali: il tasso tendenziale delle procedure concorsuali e dei fallimenti è in calo sia nel territorio provinciale che nel resto d'Italia, come nel trimestre precedente.

Leggi tutto

 

Esportazioni del 1° semestre 2017: dato in crescita dell’1,9 per cento, ma la bilancia commerciale è prossima allo zero, a differenza della situazione regionale e nazionale. Impennata delle esportazioni verso Canada e Cina, anche se il 60,6 per cento dell’export è sempre rivolto all’UE a 28 Paesi

Il valore tendenziale dell’export parmense dei primi sei mesi del 2017 è in aumento dell'1,9 per cento, dato inferiore a quello regionale (+6,4 per cento), del nord-est (+5,6 per cento) e nazionale. (+8 per cento). Nei primi sei mesi dell’anno 2017 Parma ha esportato merci per oltre 3.194  milioni di euro, in gran parte provenienti da questi settori: “macchinari ed apparecchiature” (27,1 per cento), “prodotti alimentari” (24,0 per cento), “prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici” (11,9 per cento), “prodotti chimici” (7,2 per cento), “altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi” (5,5 per cento),  “prodotti della metallurgia” (3,4 per cento), “articoli in gomma e materie plastiche” (3,4 per cento).

L’export parmense è forte nei Paesi europei (+5,6 per cento) e rappresenta il 68,9 per cento del totale delle vendite all’estero dei primi sei mesi dell’anno. Seguono Asia, America, Africa e Oceania, con indici però nel complesso negativi. Forte diminuzione delle esportazioni  in Giappone (-42,8 per cento, ma surplus commerciale interessante) e India (-15,4 per cento). Impennata verso il Canada (+46,6 per cento). Exploit anche verso la Cina (+16,7 per cento). Positivo e relativamente costante l’export verso Regno Unito e Russia (rispettivamente +15,2 e + 13 per cento). Per le esportazioni verso l’UE a 28, non essendo i flussi di import-export influenzati dal valore di cambio della moneta unica, si conferma la competitività delle aziende parmensi, specialmente in Germania ed in Spagna.

Leggi tutto

 

L'Economia a Parma: primo rapporto nell'anno 2017

Il tessuto imprenditoriale: continua, seppure a ritmi decrescenti, la diminuzione del numero delle imprese attive nel sistema imprenditoriale parmense. Dopo il forte calo di 460 imprese nel 2009, anno in cui la crisi mondiale ha colpito pesantemente anche l'economia locale, la riduzione del tessuto imprenditoriale si è riacutizzata nel 2012 (-351 unità), nel 2013 (-686) e nel 2014 (-654) attenuandosi solo a partire dal 2015 (-156 unità). I primi sei mesi del 2017 hanno segnato un’ulteriore diminuzione di 80 imprese rispetto a fine 2016. Questo dato sembra confermare il rallentamento del saldo negativo.

Analizzando nel dettaglio l’andamento del primo semestre del 2017, i settori che hanno segnalato diminuzioni sono: agricoltura, costruzioni e commercio, mentre continuano a crescere in misura significativa i servizi alle imprese. L’analisi del tasso di sopravvivenza indica che a fine 2016 è rimasto “in vita” il 66,5 per cento delle imprese che si erano iscritte nel 2013, il 73,9 per cento di quelle iscritte nel 2014, l'81,2 per cento di quelle iscritte nel 2015. Diminuiscono i fallimenti delle imprese, che erano cresciuti quasi costantemente in questi anni con il perdurare della fase recessiva vissuta dall’economia parmense. Pur essendo diminuiti significativamente rispetto al 2015, sono ancora circa il triplo di quelli del 2009.

Il commercio estero: nei primi tre mesi del 2017 il valore tendenziale delle esportazioni parmensi è aumentato, secondo i dati Istat, del 7,1 per cento rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente; se paragoniamo il dato al valore dell’anno 2016, che è rimasto pressoché stabile rispetto al 2015 (-0,1 per cento), si nota un aumento significativo. Complessivamente, il valore tendenziale dell’export dei primi tre mesi del 2017 è positivo in tutte le aree territoriali prese in esame. Contemporaneamente sono aumentate in misura anche maggiore le importazioni.

Leggi tutto

 

--

Visita il sito della Camera di commercio di Parma  www.pr.camcom.it

Se non desideri più ricevere la newsletter clicca sul link in fondo alla newsletter che ricevi. Se hai suggerimenti da darci per migliorarne i contenuti o per segnalarci iniziative che ritieni di interesse per le imprese di Parma, scrivi a stampa@pr.camcom.it.

Consulta l'archivio delle Newsletter

Standard

Powered by Plone ®

Note Legali

Note Legali
Privacy

Codice Fiscale 80008090344

Partita IVA 00757550348

Codice IPA U29GVF


Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Parma

Via Verdi, 2 - 43121 Parma
Telefono 0521 21011 Fax 0521 282168
PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it